Rasa (estetica)

Il termine rasa (in sanscrito, रस) letteralmente significa "succo, essenza"[1][2] e connota un concetto nelle arti indiane sul sapore estetico di qualsiasi opera visiva, letteraria o musicale che evochi un'emozione o un sentimento nel fruitore ma che non possono essere descritti.[2] Si riferisce ai sapori/all'essenza emotiva elaborati nell'opera dall'autore e apprezzati da uno "spettatore sensibile" o "sahṛdaya", letteralmente "uno che ha il cuore" e può connettersi all'opera con trasporto.

I rasas derivano dai da bhavas , cioè gli stati d'animo.[3]

Note

  1. ^ (EN) Monier Monier-Williams (1899), Rasa, Sanskrit English Dictionary with Etymology, Motilal Banarsidass
  2. ^ a b (EN) Rasa: Indian Aesthetic Theory, Encyclopedia Britannica (2013)
  3. ^ (EN) Farley Richmond. "India" in "The Cambridge Guide to Asian Theatre". ed. James R. Brandon (Cambridge University Press, 1993), pag. 69.

Collegamenti esterni